Non solo vino Moscato...

anche grappe, birre e vino rosso!





Moscato di Scanzo


Passito rosso unico al mondo, ottenuto dall’omonimo vitigno autoctono la cui storia è documentata a partire dalla prima metà del XIV secolo. La vendemmia è tardiva, si svolge solitamente a fine settembre, primi di ottobre; la maturazione e la concentrazione degli zuccheri avviene in pianta. Dopo attenta raccolta i grappoli vengono ripuliti a mano da acini difettosi che potrebbero dare problemi durante l’appassimento, su telai o in cassetta, in ambienti ad aerazione naturale. Dopo circa 3 settimane si passa alla torchiatura e alla fermentazione.

Da disciplinare deve maturate in botte per un minimo di 18 mesi. Nella nostra cantina siamo soliti tenerlo in acciaio per un minimo di 24 mesi e terminare la maturazione e la stabilizzazione in bottiglia per 2/3 mesi prima di mettere il prodotto in vendita.
Profilo enotecnico
  • Colore rosso rubino intenso e vivace
  • Limpido con elevata componente di glicerolo.
  • Profumo intenso ampio elegante ed equilibrato.
  • Riconoscibili sentori di: rosa passita, frutta rossa surmatura, in particolare marasca, prugna, spezie come cannella, garofano, pepe. Sentore di tabacco, cioccolato, incenso; nette note balsamiche.
  • Ottimo equilibrio fra la componente alcolica (15,5%) e zuccherina (8%) da una parte e estratto totale ed acidità dall’altra.
  • Straordinaria persistenza (oltre 30 sec.).
  • Tempo di conservazione oltre 10 anni.
Storicamente si degusta a fine pasto, preferibilmente da solo o accompagnato da pasticceria secca.
Ultimamente è stato sperimentalmente abbinato a cioccolati particolari, formaggi erborinati, paté, fois gràs, e utilizzato per la realizzazione di risotti e piatti di carne. La temperatura di servizio fra i 18 e i 22 gradi, il bicchiere da degustazione è rigorosamente il ballon da Cognac. Bevuto con attenzione e in giusta compagnia favorisce la conversazione e l’intesa degli spiriti.
L’etichetta raffigura il banchetto degli dei per le nozze di Amore e Psiche, affresco centrale della Biblioteca di Villa Pagnoncelli.



Grappa Moscato di Scanzo


Grappa firmata dal Mastro Distillatore Vittorio Capovilla.
Per l’anno 2017 ne sono state prodotte solo 210 bottiglie, con una gradazione di 43°.
Una grappa unica, morbida, perfetta in ogni sfumatura, ottenuta mediante distillazione in doppio passaggio in piccoli alambicchi in rame a bagnomaria dalle vinacce di Uva Moscato di Scanzo. Il distillato a tutto grado ha riposato per un anno in serbatoi di acciaio inox prima di essere diluito con acqua di sorgente a 43% vol. senza aggiunte di alcun tipo (né zuccheri né tantomeno aromi).
Caratteristica principale è la finale dolcezza che rende questo distillato molto piacevole, anche per le signore. L’etichetta riprende un affresco di Villa Pagnoncelli, il carro di Cibele con le tre stagioni, trainati da Atalanta e dal martio Ippomene trasfromati in leoni.

Mùscat, Birra al Moscato


La birra al Moscato di Scanzo, nata a gennaio 2018, è prodotta a partire da mosto d'uva dopo appassimento, ed è una birra in stile Italian Grape Ale, unico stile birrario italiano ad oggi riconosciuto. Il nome Mùscat (omonima capitale dell'attuale Oman) va alle origini del termine, il cui significato primo è aromatico.
La gradazione è importante, 8,5%, è quindi una birra da pasto, abbinabile a cibi anche saporiti, e ingentilita dalla tipica nota dolce del Moscato di Scanzo.

NOTE TECNICHE
Alc. Vol.: 8,5%
SCHIUMA: Grana fine, persistente, colore bianco candido.
COLORE: Ambrata, leggermente velato.
OLFATTO: Vino, uva, frutta rossa, miele di castagno, liquirizia, leggera pepatura.
GUSTO: Attacco amaro, persistenza lunga, gasatura delicata e fine
RETROLFATTO: Emergono maggiormente di frutta rossa e di spezie (in pericolare liquirizia) complesse tipiche del Moscato di Scanzo.
BILANCIAMENTO: perfetto bilanciamento note dolci/ amare.
ABBINAMENTI CONSIGLIATI: Birra da tutto pasto, perfetta con carni, formaggi freschi, salumi.
NOTE DI PRODUZIONE DELLA BIRRA
Fermentescibili: 10% mosto di Moscato di Scanzo passito aggiunto a fine bollitura.
90% malti: pillsner, carapils, aromatic, crystal, biscuit;
Luppoli: mosaic, citra
Lieviti: 3 lieviti (uno inglese e due belga)
Grado alcolico: 8,5%

Data la forte aromaticità dell’uva, è sufficiente una “piccola” quantità per caratterizzare molto il prodotto finale. La fermentazione viene condotta in 3 fasi con 3 lieviti diversi che donano un aroma di speziato/pepato e fruttato di frutta esotica abbinata ad una buona beverinità. Ne risulta così una birra molto aromatica ed equilibrata con un buon bilanciamento dolce/amaro.

Sirio


Sirio, nata nel giugno 2019, è frutto della collaborazione stretta tra Massimo Barlocco, marito di Francesca, e il mastro birraio Giovanni Marsan, ed è realizzata con mosto di Moscato giallo passito. Il Moscato Giallo, noto anche come Moscato Sirio, è un vitigno di origini Siriane importato dai mercanti Veneziani dalla Grecia, poi da Venezia diffusosi in tutto il nord-est italiano. Da qui il nome scelto per questa birra. Sirio, che viene spumantizzata in Franciacorta con metodo classico, presenta note spiccate di frutta tropicale che la rendono perfetta per aperitivi, per accompagnare piatti e crudité di pesce.

NOTE TECNICHE
Alc. Vol.: 7,9%
SCHIUMA: Grana fine/finissima, persistente, colore bianco candido.
COLORE: Dorato, leggermente velato.
BOLLE: Perlage fine, gasatura delicata.
OLFATTO: Vino, uva, frutta esotica (mango), frutta gialla (pesca), miele di castagno, liquirizia, leggero pepato
GUSTO: Attacco dolce, leggero acidulo rinfrescante, corpo leggero, persistenza lunga, gasatura delicata e fine
RETROLFATTO: Emergono maggiormente le note fruttate e speziate complesse ed un leggero erbaceo
BILANCIAMENTO: Spostato sul dolce con piacevoli note acide ed amare.
ABBINAMENTI CONSIGLIATI: Birra da brindisi, dolci, formaggi stagionati e erborinati, pesce

DI PRODUZIONE DELLA BIRRA
Fermentescibili: 8% mosto di Moscato di Scanzo Giallo passito; 92% malti d’orzo

Doppia fermentazione con lieviti di abbazia e inglesi e blend successivo. Breve rifermentazione in bottiglia e in seguito spumantizzazione in Franciacorta. Lenta maturazione in acciaio (circa 2 mesi) e in bottiglia. Luppoli continentali e americani (Simcoe) che esaltano le note aromatiche del Moscato Giallo.


Ombra Rossa, vino da tavola


Inizialmente prodotto solo per consumo familiare, il nostro vino da tavola Ombra Rossa ha riscosso talmente tanto successo che ci siamo visti piacevolmente costretti ad aumentare la produzione.
E’ di facile beva, la dolcezza del Moscato di Scanzo che lo caratterizza lo rende perfetto per accompagnare anche i cibi più saporiti e adatto ad accompagnare i piatti della tradizione lombarda e non solo: dai salumi ai formaggi, dalla polenta alle carni.
Vino rosso da tavola, uvaggio Merlot 90%ca. e Moscato di Scanzo 10%ca. Colore rosso rubino carico. Limpido con elevata componente di glicerolo dovuta alla presenza del Moscato. Vino di grande struttura con profumi di rosa, viola, frutti rossi, e sentori terziari dovuti alla presenza del Moscato. Caldo, persistente, di grande corpo, la dolcezza del Moscato di sposa molto bene con la grande forza delle uve Merlot colte surmature. In evoluzione. Tempo di conservazione 1 anno.

Mandaci un messaggio


Tutti i campi sono obbligatori